Curiosità

Pistacchio Verde di Bronte DOP: tutto quello che devi sapere

Pistacchio verde di Bronte DOP

Non è solo una moda: il pistacchio è un vero e proprio must della cucina siciliana e quello di Bronte è così pregiato e unico da avere ottenuto il riconoscimento DOP. Tra gli ingredienti più amati della tradizione culinaria sicula ma anche dagli chef più famosi al mondo c’è proprio il pistacchio di Bronte.

L’ingrediente pregiato nasce proprio nella zona di Bronte e riceve il riconoscimento DOP poiché questa particolare variante cresce solamente in questa zona e in nessun’altra parte del mondo; questa grande esclusività ha contribuito al successo del Pistacchio di Bronte di cui oggi vi raccontiamo tutto, ma proprio tutto ciò che c’è da sapere.

10% di SCONTO sul tuo primo ordine!

Ricevi il Coupon nella tua casella di posta.

La zona di coltivazione

Oltre ad essere un ingrediente DOP, il pistacchio di Bronte è un presidio Slow Food e, come abbiamo accennato, è una coltivazione esclusiva dell’omonima zona di Bronte. Il prodotto, soprannominato anche “Oro Verde”, viene prodotto e coltivato nel paese in provincia di Catania e conta circa 5000 produttori locali.

Perché il pistacchio di Bronte è tanto prezioso? A distinguerlo da altre coltivazioni è non solo la crescita del frutto ma anche la tipologia di raccolta che viene effettuata ogni due anni e non annualmente o stagionalmente come invece viene fatta per altri frutti. Tra i motivi per cui Bronte è l’habitat naturale di questa tipologia di pianta c’è sicuramente il terreno, perché risulta estremamente drenante ed è perfetto per la tipologia di coltivazione che non sopporta i ristagni di acqua.

Bronte città

Città di Bronte – Freepik

La storia

Nonostante il pistacchio di Bronte sia considerata una pianta autoctona e di sviluppo solo locale, la sua origine è strettamente legata al mercato di scambi; il Mediterraneo era in passato un punto nevralgico di scambi tra Oriente ed Occidente ed è proprio così che il frutto oggi noto come Oro Verde raggiunge l’Italia. Il frutto arriva dalle coltivazioni della Persia e della Turchia e trova un terreno particolarmente adatto proprio in Sicilia e in modo particolare nel territorio di Bronte.

La pianta del Pistacchio di Bronte ha una storia antica che passa da diverse terre e dopo aver trovato la sua casa in Sicilia riesce nel 2009 ad ottenere anche la Denominazione di Origine Protetta.

Le caratteristiche

Il pistacchio è sicuramente un ingrediente tipico della cucina siciliana ma quello di Bronte si distingue perché ogni chicco non solo vanta proprietà uniche ma anche un sapore particolarmente vivido ed aromatico. Con un colore verde smeraldo intenso internamente, conquista i palati più attenti per il suo gusto aromatico, dolce e allo stesso tempo ricco di contrasti.

A dare le caratteristiche speciali al Pistacchio di Bronte ci pensa il terreno lavico, che risulta particolarmente ricco grazie alle ceneri vulcaniche. Il confronto del Pistacchio di Bronte con altri pistacchi è legato sicuramente al sapore, che risulta più intenso e deciso, ma anche al contenuto di clorofilla, che risulta molto superiore rispetto ad altre tipologie del medesimo frutto.

Il pistacchio di Bronte, a differenza di altri pistacchi, si consuma rigorosamente fresco senza tostatura o salatura per godere al massimo dell’aroma unico nel suo genere. Un altro elemento distintivo è senza dubbio la forma allungata, che permette di distinguere il pistacchio di Bronte da altre tipologie coltivate in altre parti del mondo.

La pianta

La pianta Dioica è quella utilizzata per la coltivazione del pistacchio di Bronte; si tratta di una tipologia di pianta particolare che presenta o solo semi maschili o solo semi femminili. Le piante con semi maschili non sono in grado di produrre frutti ma un solo esemplare è in grado di impollinare fino a 10 piante femminili, che generano frutti. Si tratta di piante caratterizzate da una vita lunga, possono arrivare a vivere anche più di 250 anni se in salute.

Il frutto

I pistacchio verde di Bronte presenta dei frutti molto particolari: si presentano riuniti a grappoli e sono della dimensione più o meno di un’oliva. Il colore è di un verde brillante al momento della maturazione. Mentre non è ancora pronto alla raccolta invece, il pistacchio di Bronte presenta un colore rosso intenso.

pistacchi granella

Granella di pistacchio – Freepik

La raccolta

Una caratteristica molto particolare del pistacchio di Bronte è il momento della raccolta; il frutto viene coltivato 2 anni prima per poter essere raccolto ogni due anni. Il motivo del costo “elevato” è anche strettamente legato a questa tipologia di coltivazione che necessita molto più tempo rispetto ad altre colture.

I prodotti che ne derivano

Oltre al pistacchio di Bronte in purezza, consigliato anche come spuntino sano dal Ministero della Salute, ci sono numerosi prodotti che derivano dall’oro verde siciliano. Il primo settore è sicuramente quello dei sughi e dei pesti per condire primi piatti ma anche secondi della tradizione; esistono in versione tradizionale semplice o accompagnati da altri condimenti come quello al pistacchio e peperoncino.

Per gli amanti del dessert, invece, il pistacchio di Bronte si trasforma in crema spalmabile in versione tradizionale o vegana per accontentare anche chi desidera seguire un’alimentazione priva di prodotti di derivazione animale.

C’è poi un vero e proprio mondo di specialità con dolci a tema come quelli per il Natale o la Pasqua, croccanti, biscotti e molto altro. Il pistacchio di Bronte è un ingrediente prezioso che si presta a moltissime interpretazioni, sia dolci che salate, quindi il mercato è sempre pronto a proporre novità interessanti da gustare.

La denominazione D.O.P.

Il pistacchio di Bronte ha attraversato la burocrazia e i processi selettivi per poter essere riconosciuto come un prodotto DOP. La denominazione DOP per il pistacchio di Bronte arriva nel 2009 quando l’Unione Europea conferisce finalmente il riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta.  Il prodotto viene descritto con requisiti ben chiari come il sapore aromatico forte, il colore verde intenso e la coltivazione nella zona di Bronte, Adrano e Biancavilla.

Il Consorzio di tutela del Pistacchio Verde di Bronte

Oltre alla denominazione D.O.P., a contribuire alla tutela del Pistacchio Verde di Bronte c’è il Consorzio. Il Consorzio di tutela del Pistacchio Verde di Bronte ha lo scopo principale di tutelare un prodotto prezioso per il territorio, proteggendolo da imitazioni e continuando a promuovere attivamente la qualità del prodotto, considerato l’oro verde della Sicilia. In modo particolare il Consorzio di tutela del Pistacchio Verde di Bronte si occupa di stabilire alcuni criteri necessari per poter utilizzare il marchio “Pistacchio verde di Bronte DOP” tutelando quindi sulla qualità del prodotto offerto.

Tonno in crosta di pistacchio

Tonno in crosta di pistacchio – Freepik

La sagra del pistacchio di Bronte

Tra le feste della tradizione più amate ci sono le sagre e quella di Bronte non fa certo eccezione; giunge ormai a più di 30 diverse edizioni la sagra del Pistacchio di Bronte che dedica due interi weekend alla celebrazione del frutto, tra i più amati della Sicilia. Il prodotto DOP e Presidio Slow Food viene festeggiato per due fine settimana, intorno alla fine di settembre, che animano la località non solo riscoprendo il prodotto tipico ma anche i monumenti della città.

Il pistacchio in cucina

La pistacchio-mania sembra essere inarrestabile, e mentre sugli scaffali arrivano sempre più prodotti speciali a base di Oro Verde anche gli chef e i ristoranti gourmet si sfidano attingendo dalla tradizione ma anche proponendo qualcosa di nuovo.

Una prima ricetta della tradizione territoriale da provare assolutamente è la Filletta, un antico dolce che ricorda il pan di Spagna ma che inserisce nell’impasto proprio i preziosi pistacchi. Una caratteristica distintiva di questo dolce è la tipologia di cottura che deve essere eseguita rigorosamente in una padella di rame posta su un braciere di cenere calda.

Cannolo Siciliano

Cannolo siciliano – Bigstockphoto

Un altro piatto semplice ma gustosissimo che strizza l’occhio ai prodotti locali è la ricotta al pistacchio; qui potete mescolare un prodotto caseario tipico con la granella di pistacchio di Bronte fresca: il piacere è assicurato!

Strizziamo l’occhio alla tradizione ma mettiamo anche un po’ di innovazione nell’arancino al pistacchio: si tratta di un piatto estremamente popolare della rosticceria siciliana che crea una variante del tradizionale ripieno grazie anche alla granella di pistacchio che conferisce un tocco in più.

Un altro modo per gustare il pistacchio di Bronte è sempre attingendo ad uno dei piatti forti della Sicilia: la brioscia con granita al pistacchio è un dolce a cui i turisti non sanno proprio rinunciare… ma anche chi vive qui la adora! Altre modalità per gustare il pistacchio sono sicuramente la decorazione dei celebri cannoli, la gratinatura di filetti di tonno e nelle lasagne. Il bello della cucina è che è un’arte creativa, quindi via libera alla sperimentazione.

Proprietà e benefici del pistacchio

Il pistacchio di Bronte non è solo una coccola gourmet da inserire nella propria dieta, ma è anche un prodotto ricco di proprietà e benefici. Il primo? Il pistacchio fa bene al cuore e al sistema cardiovascolare ma soprattutto è un alleato nel combattere il diabete di tipo 2. Marcia in più del pistacchio di Bronte è l’assenza di colesterolo, come un po’ tutta la frutta secca è ricco di grassi buoni e nutrienti ma non di quello che viene sconsigliato dai nutrizionisti.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità è consigliato consumare 30 grammi di pistacchi come spuntino; ma siamo sicuri di riuscire a limitarci a questa dose avendo davanti a noi l’Oro Verde? Uno tira l’altro!

Come e dove comprarlo online

Se non avete la possibilità di organizzare subito un viaggio in Sicilia scoprendo anche la zona di Bronte, vi consigliamo di consultare il mondo online; cercando tra diversi shop troverete soluzioni per acquistare il pistacchio originale ma anche tanti prodotti correlati realizzati impiegando proprio questo ingrediente prezioso. Dal cioccolato al croccante, dai pistacchi di Bronte in purezza alle creme spalmabili, dai pesti per condire i primi piatti fino alla crema vegana: le proposte per gustare il pistacchio di Bronte sono pressoché infinite!

Pistacchio Verde di Bronte DOP

(1 recensione del cliente)
5,9010,90
  • Il Pistacchio originale di Bronte
  • Direttamente dalle pendici dell’Etna
  • Gusto delicato e gradevole
  • Odore tipico e inconfondibile
  • Colore verde intenso e brillante
  • Denominazione di origine protetta (DOP)
  • Presidio Slow Food

Pesto di Pistacchio Verde di Bronte DOP

10,9012,90
  • 100% Pistacchio Verde di Bronte DOP
  • Direttamente dalle pendici dell’Etna
  • Ideale per primi e bruschette
  • Formati disponibili: 90g e 190g

Crema di Pistacchio Verde di Bronte DOP

(1 recensione del cliente)
9,9011,90
  • 100% Pistacchio Verde di Bronte DOP
  • Deliziosa crema spalmabile a base di pistacchi verdi di Bronte DOP 
  • Ideale sul pane, per guarnire un dolce o farcire crepes
  • Un cucchiaino tira l’altro… Attenzione: crea dipendenza!

Pistacchio Verde di Bronte DOP Sgusciato

(1 recensione del cliente)
9,9018,90
  • Il Pistacchio originale di Bronte
  • Direttamente dalle pendici dell’Etna
  • Già sgusciato e pronto per l’uso
  • Gusto delicato e gradevole
  • Odore tipico e inconfondibile
  • Colore verde intenso e brillante
  • Denominazione di origine protetta (DOP)
  • Presidio Slow Food

Crema Vegana Spalmabile con Pistacchio Verde di Bronte DOP

(1 recensione del cliente)
11,90
  • Crema spalmabile vegana
  • Solo Pistacchio Verde di Bronte DOP
  • Direttamente dalle pendici dell’Etna
  • Senza glutine
  • Senza lattosio
  • Peso: 90g
Aggiungi al carrello

Crema di Pistacchio di Bronte DOP Gluten Free

(1 recensione del cliente)
9,90
  • 100% Pistacchio Verde di Bronte DOP
  • Direttamente dalle pendici dell’Etna
  • Senza Glutine
  • Una volta assaggiata, sarà difficile metterla giù!
  • Peso: 90g
Aggiungi al carrello

Fai conoscere questa pagina ai tuoi amici!

10% di SCONTO sul tuo primo ordine!

Ricevi il Coupon nella tua casella di posta.

DAL NOSTRO SHOP

Le tipicità alimentari siciliane preferite dai nostri clienti.

Formaggio primo sale

4,889,52

Ricotta salata

6,95 5,56
Aggiungi al carrello

Formaggio primo sale al pistacchio

5,5210,32

Caciotta fresca

6,90 5,52
Aggiungi al carrello

Caciotta affumicata

6,95 5,56
Aggiungi al carrello