Guarino: Passione per l’olio dal 1925

Storia

L’Oleificio Guarino nasce nel 1925 in San Giovanni Gemini, piccolo centro montano dell’entroterra siciliano, in provincia di Agrigento, ad opera del Cav. Giuseppe Guarino, persona operosa e con spiccato senso imprenditoriale.

Il primo impianto, tradizionale, era costituito da una molazza, cioè una vasca in pietra dura dove venivano versate le olive, ed in cui ruotavano due ruote di granito, poste verticalmente, che le schiacciavano.

Questo impianto rimase in funzione sino al 1971 quando l’Ing. Cesare, figlio del Cav. Giuseppe, lo riammodernò integralmente ponendo in opera il primo impianto a ciclo continuo.

Tale impianto venne ammodernato 2 volte, fin quando i figli dell’Ing. Cesare, Pieralberto e Massimo, entrambi Ingegneri e con la stessa passione per l’olio buono, lo trasferirono in aperta campagna ma nelle immediate vicinanze del paese, costruendo un opificio totalmente nuovo con ampi spazi e macchine a ciclo continuo ancor più performanti.

Lì, in aggiunta a macchinari moderni e tecnologicamente all’avanguardia, venne sposata la tecnica dell’estrazione a freddo, ottenuta con un controllo automatico delle temperature a mezzo di sofisticate apparecchiature in grado di regolarla con variazioni di 0,5 gradi centigradi durante le fasi di gramolatura e di estrazione.

Inoltre vennero avviate le procedure per le certificazioni IGP Sicilia e in biologico dell’Oleificio, subito ottenute e ancor oggi in vigore.
Il management aziendale viene adesso incrementato con le figlie dell’Ing. Pieralberto, Dott.ssa Elvira e Ing. Giorgia, e con i figli dell’Ing. Massimo, Ing. Giuseppe, Cesare e Nicola, che rappresentano la quarta generazione che con impegno, dedizione e immutata passione vogliono proseguire l’attività avviata dal bisnonno Giuseppe e che si appresta a compiere i primi cento anni.

L’azienda agricola

Coltiva uliveti su una superficie impiantata di circa 15 ettari in asciutto.
Le cultivar prevalenti sono la Nocellara dell’Etna, la Nocellara del Belice, la Biancolilla, la Cerasuola oltre alle tradizionali Oglialora e varietà locali di Nocellara.

Gli appezzamenti si estendono su diverse fasce climatiche comprese tra i 450 e i 750 m s.l.m..

L’Azienda è munita di certificazione biologica e I.G.P. e da sempre utilizza, ancor prima di essere munita di certificazione ufficiale, tecniche di coltivazione assolutamente tradizionali che mai hanno visto l’impiego di concimi chimici, diserbanti e bagni fogliari, neanche di quelli approvati ed utilizzabili in biologico.

Le olive vengono raccolte a mano, in fase di invaiatura, con ausilio di scuotitori a pettine con velocità di battuta non elevata per non danneggiare il frutto in fase di raccolta.

Le olive così raccolte dalla pianta vengono messe in cassette di plastica della capacità non superiore a 18 kg cadauna e quindi trasferite in oleificio e messe in appositi cassoni areati.

Grazie all’Oleificio aziendale di proprietà le olive così stoccate vengono molite entro 12/24 ore al massimo per evitare fenomeni ossidativi con sviluppo di acidità.

Visualizzazione del risultato