Curiosità

Oli siciliani: tradizione e cultivar

Olio extra vergine d'oliva

Tra le eccellenze gastronomiche made in Italy c’è sicuramente l’olio extra vergine d’oliva, tra le regioni più ricche c’è l’Isola, che con i suoi oli siciliani conquista i palati più attenti. In molte regioni italiane vengono prodotte tantissime referenze incredibilmente di qualità che aiutano le diverse zone a brillare ed essere riconosciute proprio per questo prodotto dai mille usi e alla base del successo di moltissime ricette della tradizione.

Uno dei prodotti italiani più invidiati al mondo è senza dubbio l’olio extra vergine d’oliva e, grazie alla massiccia presenza di ulivi su quasi tutto il territorio, l’Isola garantisce una produzione abbondante di questo prezioso ingrediente. Secondo le leggende la Sicilia avrebbe ricevuto l’ulivo in dono dagli dei greci; secondo la storia queste coltivazioni comparivano sul territorio già anche ai tempi dei Fenici. Tra le regioni che spiccano per la produzione di olio c’è senza dubbio la Sicilia che, grazie alle diverse varietà di olive, è riuscita non solo a conquistare i palati più attenti ma anche diversi riconoscimenti IGP e DOP. Dall’Olio Extra Vergine IGP a quelli DOP di Monte Etna, Monti Iblei, Valdemone, Valle del Belice, Valli Trapanesi: le eccellenze che arrivano dalla Sicilia sono numerose e ciascuna legata ad una tradizione e un cultivar differente; scopriamole insieme.

10% di SCONTO sul tuo primo ordine!

Ricevi il Coupon nella tua casella di posta.

Degustazione olio evo

Olio EVO – Freepik

La tradizione degli oli siciliani

Sono molti i paesi del Mediterraneo che grazie al clima mite riescono a coltivare al meglio gli ulivi. Nonostante la presenza delle piantagioni in Sicilia già ai tempi dei fenici e dei greci, la regione ha subito momenti di stop. Solo sotto il dominio spagnolo l’Isola riesce a guadagnarsi un ruolo estremamente rilevante nella coltivazione degli ulivi e nella produzione di Olio in Europa.

Secondo le statistiche attuali sono tre le regioni italiane a detenere il primato della coltivazione degli ulivi: al primo posto la Puglia, al secondo la Calabria e al terzo proprio la Sicilia, che vanta numerose varianti riconosciute e premiate come eccellenze.

La tradizione dell’olio siciliano ha una produzione legata ad una metodologia specifica; per prima cosa è strettamente legato al periodo della raccolta, che si svolge tra fine ottobre e metà novembre scegliendo le olive non per forza eccessivamente mature. Nonostante il frutto maturo produca più olio, la qualità delle olive più acerbe è superiore tanto da determinare un olio dalla fragranza più gustosa e unica. Oltre al giusto momento di raccolta, a fare la differenza nella produzione dell’olio siciliano è la rapidità della “spremitura”. Questo passaggio, noto anche con il nome tecnico di molitura va effettuato il giorno stesso della raccolta o al massimo il successivo per evitare i processi ossidativi.

Gli oli siciliani da acquistare

La ricchezza della diversità di produzione olio in Sicilia è strettamente legata alla quantità di varietà di olive coltivate; da quella Biancolilla alla Cerasuola, dalla Moresca alle Oglialora Messinese e Santagatese, da quella Tonda Iblea alla Nocellara del Belice fino alla Nocellara Etnea.

Olive appena raccolte

Olive – Freepik

Olio Extra Vergine d’Oliva tonda Iblea

Tra le cultivar autoctone della Sicilia c’è senza dubbio la Tonda Iblea. Gustata al naturale o condita come antipasto o per accompagnare un buon bicchiere di vino locale d’aperitivo; questo frutto è responsabile della produzione di una delle eccellenze siciliane. Con una particolare estensione verso l’alto, questi ulivi danno vita ad un frutto saporito. Con cura e dedizione ma soprattutto grazie al clima mite nascono le olive Tonde Iblea che si caratterizzano per dimensioni importanti e per un peso che solitamente è di più di 6 grammi ciascuna.

L’olio extravergine di oliva con Tonda Iblea deve il suo successo alla grande passione e all’attenzione con cui viene realizzato; grazie alle olive di grandi dimensioni estremamente succose e alla rapidità con cui i coltivatori moliscono il prodotto si ottiene un olio pregiato a bassa acidità e con un sapore fruttato intenso dai tocchi leggermente piccanti.

Olio Extra Vergine d’Oliva Ogliarola messinese

Altro prodotto top della gamma è senza dubbio l’olio extra vergine d’oliva Ogliarola Messinese, che deve il suo successo all’oliva dell’omonima cultar. Con un peso di 8 grammi ciascuna, queste olive sono ottime sia per la tavola che come base per un olio EVO di qualità. L’olio risulta di un giallo oro intenso e viene accompagnato da un profumo fruttato delicato e da un sapore dai tocchi piccanti e amari; a completare il sapore c’è anche un tocco dolce che rende l’olio uno dei migliori della regione.

oli extravergine olivia siciliani

Olio extra vergine d’oliva – Freepik

Olio Extra Vergine d’Oliva moresca

Con ulivi rigorosi e olive che pesano dai 4 ai 6 grammi ciascuna; la coltivazione di Oliva moresca dà vita ad uno degli oli extra vergine più amati dalla Sicilia. Le olive moresche, raccolte in autunno rigorosamente manualmente, vengono molite immediatamente a freddo; questo processo dà vita ad un prodotto dal sapore fruttato leggero e dal colore giallo o verde. L’olio extra vergine d’oliva moresca presenta poi sentori di erba tagliata, mandorla e mela verde ma soprattutto spicca per un sapore amaro e piccante dai tocchi dolci che conferiscono equilibrio.

Olio Extra Vergine d’Oliva Cerasuola

Con chiome rigogliose, gli ulivi della Cerasuola conquistano i turisti che restano affascinati dalle foglie di grandi dimensioni che li distinguono da quelle delle altre cultivar. Gli ulivi di questa tipologia spiccano per le capacità di resistenza sia ai climi più torridi che a quelli più rigidi dell’inverno. Le olive della cultivar Cerasuola pesano circa 7 grammi ciascuna e hanno sicuramente dimensioni importanti; con una caratteristica forma ellittica e un colorito dal verde al violaceo raggiungono il giusto punto di maturità tra ottobre e dicembre.

L’olio extra vergine d’oliva Cerasuola si distingue per un colore che vira dal giallo al verde ma soprattutto per un sapore piccante e amaro ottenuto dalla raccolta delle olive non ancora totalmente mature; quando invece vengono utilizzate olive più mature presenta un sapore più dolce. Il risultato dipende chiaramente da chi produce che può scegliere di mescolare tra loro le diverse cultivar dando origine ad un prodotto ancora più particolare.

olio evo sicilia

Degustazione olio evo – Freepik

Olio Extra Vergine d’Oliva Nocellara del Belice

Tra gli oli siciliani più apprezzati c’è anche quello d’oliva Nocellara del Belice. Nonostante le dimensioni ridotte, gli ulivi della Nocellara del Belice si distinguono per resistenza e adattabilità. Le olive prodotte presentano una forma sferica e simmetrica ma soprattutto, non seguono le proporzioni con la pianta; le olive nocellara del Belice pesano dai 4 ai 6 grammi ciascuna e vantano un ottimo rapporto tra nocciolo e polpa. Per quanto riguarda invece l’olio evo, l’olio Extra Vergine d’Oliva nocellara del Belice viene prodotto rigorosamente con prima spremitura a freddo e si caratterizza per un colore che vira dal giallo al verde intenso. Al palato risulta leggermente piccante ed è una vera esplosione di sapori se consumato a crudo.

oli d'oliva siciliani

oli d’oliva siciliani – Freepik

Olio Extra Vergine d’Oliva Biancolilla

Tra gli oli siciliani top c’è senza dubbio l’oliva Biancolilla che salta all’occhio per il suo nome particolare. Con alberi rigogliosi, gli uliveti Biancolilla sono in grado di resistere a periodi prolungati di siccità ma anche ad inverni più rigidi. L’oliva Biancolilla salta all’occhio per il colore lilla che si intensifica fino al viola durante la maturazione del frutto. Raccolte quando sono ancora verdi e stanno iniziando a virare al lilla, le olive Biancolilla vengono utilizzate per dare vita all’Olio Extra vergine d’Oliva Biancolilla che si contraddistingue per un sapore fruttato delicato grazie anche ai tocchi aromatici di mandorla e pomodoro fresco. Particolarmente indicata per l’uso a crudo, questa tipologia di olio presenta in alcuni casi aromi di carciofo.

Olio Extra Vergine d’Oliva Nocellara Etnea

Gli ulivi di Nocellara Etnea si contraddistinguono per la forza e la resistenza. In grado di fiorire rigogliosi anche quando l’acqua scarseggia; gli ulivi di questa tipologia danno vita a frutti di dimensioni importanti che si aggirano attorno ai 6 grammi ciascuno. Utilizzando questa cultivar di olive viene prodotto l’olio extra vergine d’oliva Nocellara Etnea che presenta un aroma fruttato aromatizzato in cui spiccano pomodoro verde, mandorle, erba, cardo e carciofo. Apprezzato soprattutto a crudo, si presta anche per la cucina e la preparazione dei dolci.

Olio Extra Vergine d'Oliva
Bottiglia 1L
Bottiglia 500ml
Bottiglia 750ml
Latta 500ml
Latta 5L

Olio Extra Vergine di Oliva Biologico Terradoru

8,9049,90

Fai conoscere questa pagina ai tuoi amici!

10% di SCONTO sul tuo primo ordine!

Ricevi il Coupon nella tua casella di posta.

DAL NOSTRO SHOP

Le tipicità alimentari siciliane preferite dai nostri clienti.